Trattamenti Anti Age Filanthos

Immagine

Esperienza estetica, alta professionalità e competenza professionale consentono agli operatori Filanthos di esaminare il grado ed il tipo di invecchiamento cutaneo da trattare, il sistema operativo manuale o tecnologico ed il prodotto cosmetico più idoneo ed efficace.

L’alto livello cosmetico è dato dalla formulazione e realizzazione di cosmetici nel laboratorio Filanthos, ed all scelta accurata di principi funzionali certificati in efficacia, sicurezza e velocità di azione, come per esempio tra i nostri must si possono trovare:

  • LISSE capsule monodose, miscela preziosa di glicoceramidi, lipidi di origine vegetale che vanno a reintegrare il mantello lipidico cutaneo impoverito a causa dell’età e dei fattori ambientali.

  • VITAMINIC capsule monodose, vitamine predisposte all’assobimento cutaneo che rivitalizzano ed aumentano la resistenza della pelle ai danni causati dallo stress ossidativo e dal potoaging.

  • CREME e FLUIDI ricchi in Collagene, Elastina, Acido Jaluronico, microcapsule di burri preziosi, nutrienti marini e Cellule staminali vegetali. Prodotti certificati in efficacia e qualità per un effetto eternity face lift fino dalle prime applicazioni.

  • Prodotti certificati in efficacia e qualità per un effetto eternity face lift fino dalle prime applicazioni.

Trattamento Ossigenante Filanthos

Trattamento Riossigenate viso creato per contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo. Grazie ai principi attivi presenti quali anti ossidanti, vitamine e acido jaluronico, dona alla pelle nuovo vigore. Infatti già dalle prime applicazioni si nota una distensione epidermica e un leggero schiarimento dovuto appunto dalla riossigenazione dei tessuti. Grazie alla sua innovativa formulazione aumenterà oltre all’idratazione elasticità e tonicità della pelle. Ideale ache su pelli asfittiche e impure. Proprio grazie alla riossigenazione epidermica la pella asfittica apparirà piu lucente ed idratata, la pelle impura invece gioverà dell’enorme idratazione grazie all’utilizzo di sodio jaluronato(sali dell’acido jaluronico) riequilibrando l’elasticità e la vitalità cutanea.

 

Immagine

PROTECTIVE MOUSSE

Una morbida schiuma ricca in Vitamina A e C, con alta percentuale del nostro innovativo principio attivo ossigenante OXY. Da utilizzare come tonico per la detersione del viso. Ossigenazione, luminosità e tonificazione.

150 ml

Immagine

OXY SUN CREAM (con spf 15)

Dall’innovazione e la investigazione dei nostri laboratori nasce Oxy sun, il primo ed esclusivo trattamento anti-età che promuove la ossigenazione cutanea. Molteplici effetti: riossigenante, idratante, tonificante e riempitivo. Data la sua particolare composizione, questa crema darà nuovo splendore alla pelle del tuo viso grazie all’azione ossigenante del principio attivo Oxy e la protegge dai raggi solari (spf 15). Anche qui, troviamo un’alta percentuale di Vitamina C.

50 ml

Immagine

RESTORING CREAM

Crema notte riparatrice. Lenisce e ripara la pelle, apportando sollievo e freschezza. Restituisce tono alla pelle stressata dal sole e dai raggi UV. Texture leggera e morbida. Durante l’applicazione di restoring cream, effettuare un leggero massaggio circolare dall’interno verso l’esterno del proprio viso. I glicolipidi e i polimeri naturali proteggono la pelle stimolando la formazione di lipidi, migliorando così la funzione di barriera. Rivitalizzano la cute, aumentandone l’idratazione e la elasticità. Attivano il sistema naturale di gestione dell’acqua e dell’ossigeno a livello dell’epidermide.

50 ml

Immagine

ENODIS

Questa crema apporterà luminosità al vostro viso, con una evidente riduzione dei segni del tempo. Per una pelle ossigenata, luminosa ed uniforme. Effetto chiaramente visibile dalla prima applicazione. Il volto e la zona del contorno occhi dai tratti distesi. Sfruttate a pieno le proprietà di questa crema utilizzandola con il siero oxy skin. L’estratto di semi di Hibisco, pianta che cresce principalmente nel sud di Asia ed Africa, riduce sensibilmente la contrazione dei muscoli causa delle rughe del viso, con conseguente effetto di lifting naturale. Gli oligopeptidi di questo estratto hanno inoltre azione anti radicali liberi causa dell’invecchiamento cutaneo.

50 ml

Immagine

OXY SKIN (serum)

Questo siero dalla textur morbida e delicata, prepara i tessuti ad affrontare lo stress ed il passare del tempo. Con questo obbiettivo, abbiamo selezionato principi attivi che operano uniti in modo che la pelle goda di una rigenerazione cellulare profonda , stimolando la respirazione cellulare dei tessuti. Ideale se utilizzato come base della crema Enodis. I peptidi presenti sono in grado di simulare il meccanismo fisiologico della produzione del collagene. A livello cutaneo, penetrano rapidamente ed in profondità, stimolando la sintesi di nuovo collagene da parte dei fibroblasti: le rughe appaiono meno profonde e la pelle idratata e tonificata. E’ un principio attivo dalla efficacia dimostrata che, oltre a tutti questi risoltati finora elencati, diminuisce la perdità di elasticità della pelle del viso dovuta all’età.

30 ml

Immagine

Laboratorio Fitocosmetico Dott. furia srl

Immagine

 

Il Dott. Furia opera da oltre 20 anni nel settore cosmetico conto terzi, imponendosi come uno tra i laboratori più stimati e affermati del settore. Ricerca, professionalità e sicurezza per il consumatore sono caratteristiche per noi imprescindibili.Immagine

Tutte le materie prime e gli ingredienti utilizzati nella formulazione dei nostri cosmetici sono totalmente sicuri ed affidabili; tutti i componenti infatti, rispondono alle normative europee vigenti che tutelano ampiamente il consumatore.

La nostra azienda ha ottenuto il Certificato di Conformità da parte dell’istituto per la CERTIFICAZIONE ETICA ED AMBIENTALE (ICEA). Questo certificato sta ad indicare che icea approva il sistema di gestione e controllo del nostro processo produttivo ed inoltre garantisce il rispetto da parte nostra del disciplinare per i cosmetici bioecologici.Immagine

Siamo inoltre associati ad UNIPRO (associazione italiana delle imprese cosmetiche) e facciamo parte del gruppo lavorazione conto terzi; abbiamo aderito al programma di affidabilità rtc-unipro (ricerche e tecnologie cosmetiche), acquisendo il riconoscimento di affidabilità che certifica un sistema d’azienda capace di rispondere con puntualità e qualità alle sempre nuove esigenze delle produzioni cosmetiche interne.

Già da diversi anni collaboriamo con l’università degli studi di Ferrara e dal 2011, con l’ università degli studi di Verona .Immagine

Da noi il cliente viene seguito passo dopo passo: dalla scelta dei prodotti da immettere sul mercato, alla formulazione, fino ad arrivare alla scelta del packaging. Produciamo cosmetici per svariati marchi, italiani e non, che esportano in tutto il mondo.

Eseguiamo diversi controlli di qualità del prodotto finito. Siamo sempre alla ricerca di principi attivi innovativi, per offrire la possibilità di creare cosmetici competitivi e di alta qualità, mettendo sempre e comunque la salute della pelle del consumatore al primo posto.

Immagine

Alcuni accorgimenti da tenere in considerazione prima di esporsi al sole…

ImmaginePreparare la pelle prima di esporsi al sole : La pelle ha bisogno di uno scrub profondo almeno una volta al mese per rimuovere le cellule morte e liberare i pori, facendola così respirare. Usare prodotti naturali e idratare a fondo la pelle dopo il trattamento con dell’olio idratante, possibilmente senza aggiungere profumi o prodotti simili che potrebbero irritare. Aspettare quindi sempre 24 ore, prima di esporsi al sole: lo scrub è comunque un trattamento d’urto per la pelle che può apparire anche lievemente arrossata.

Esporsi con moderazione: All’inizio della vacanza l’esposizione al sole deve essere molto limitata e aumentata gradualmente nei giorni successivi (tassativo per chi ha un fototipo basso!): non esporsi direttamente ai raggi solari e anche sotto l’ombrellone applicare un protettivo in qualsiasi caso. Non sottovalutare nemmeno le giornate nuvolose poiché le radiazioni UVB, le più pericolose, filtrano ugualmente (e danneggiano) senza che la persona avverta la sensazione di calore.

Le ore migliori per prendere il sole : Le ore del giorno migliori e altamente consigliatesono quelle del mattino, fino alle 11, e del tardo pomeriggio dopo le 17: evitare quelle più calde e dirette dalle 12 alle 15.

Prendere il sole stando in movimento: Meglio prendere il sole stando in movimento: le radiazioni solari si distribuiscono omogeneamente su tutto il corpo. I primi giorni, si avrà un’abbronzatura superficiale che scomparirà velocemente, dovuta alla riserva di melanina già presente e disponibile nel corpo. Solo dopo una decina di giorni si inizia a formare un’abbronzatura solida e duratura. Non è vero che più si sta al sole e più ci si abbronzaperché la produzione di melanina è legata alla capacità di produrla del proprio corpo e non alla quantità di sole preso.

Usare il solare adatto: Scegliere un protettivo solare e il fattore di protezione in base al proprio fototipo e in base al tempo che si trascorrerà al sole, tenendo presente che altri fattori come le stagioni, il clima, e l’ambiente influiscono sull’intensità delle radiazioni solari. (Ricordare che ci si scotta non solo sulla sdraio al mare, ma anche durante una passeggiata, un’escursione in bicicletta, etc quindi, è sempre opportuno utilizzare un trattamento solare)

Rinnovare l’applicazione del solare e attenzione alle parti più delicate: Ricordare di applicare la protezione almeno mezz’ora prima di esporsi al sole e di rinnovarne ogni 2 ore l’applicazione (per la sudorazione, lo sfregamento, etc). Cospargere il corpo senza parsimoniare sulla quantità, utilizzando fattori di protezione elevati nei punti più delicati: naso, labbra, lobi e bordo delle orecchie, collo, incavo del ginocchio, dorso dei piedi. Agitare bene il flacone prima dell’uso per mescolare bene insieme le due fasi dell’emulsione.

Applicare il prodotto solare anche quando la pelle è già abbronzata, eventualmente riducendo il fattore di protezione. Anche coloro che hanno pelli con fototipo scuro, hanno bisogno di protezione poiché gli effetti sulla pelle, come l’invecchiamento, li subiscono ugualmente.

Fonte: vivodibenessere.it

Le Cellule Staminali Vegetali

Immagine

Le cellule staminali vegetali sono il “cuore” vitale delle piante e una fonte preziosa di principi attivi naturali. Presenti in tutte le specie vegetali, si trovano nelle gemme o nella parte terminale della radice; anche quando vengono “estratte” mantengono inalterate le straordinarie proprietà della natura e cioè la capacità di autoproteggersi (dal caldo, dal freddo, dai raggi solari, ecc); di autorigenerarsi e di riparare i danni causati dagli agenti atmosferici o dalla presenza dell’uomo.

1) Come vengono utilizzate?

Attualmente, soprattutto in ambito farmaceutico, cosmetico e nutrizionale. Va ricordato che l’uso di cellule staminali vegetali quale fonte di principi attivi è noto da tempo; per anni il loro utilizzo è stato però confinato ad attività di laboratorio, oppure ad applicazioni di modesta entità e questo perché la disponibilità di principi attivi era molto limitata. Grazie alla biotecnologia è oggi possibile sviluppare in laboratorio, in ambiente totalmente sterile e senza procedimenti OGM, colture di cellule staminali vegetali quali fonte di principi attivi.

Questo consente di produrne quantitativi sufficienti ad impieghi su larga scala, senza sfruttamenti sconsiderati delle risorse naturali, preservando la biodiversità naturale ma rendendo nel contempo disponibili i principi attivi destinati a molteplici utilizzi.

5) Le cellule staminali vegetali che ruolo hanno verso il nostro organismo?

Il modo più concreto e realistico per utilizzare al meglio le potenzialità delle nostre cellule staminali umane è di proteggerle con la massima cura, così da favorire la “manutenzione fisiologica” che mantiene sana e rinnovata la nostra cute. La ricerca ha evidenziato che dalle cellule staminali vegetali si possono ottenere principi attivi fondamentali e determinanti per azioni di protezione cellulare e stimolazione di omeostasi cellulare, il che si traduce in una fondamentale azione dei principi attivi come carica di energia per le nostre cellule.

Fonte: http://www.staminaline.it

 

Che cos’è l’aromaterapia?

Immagine

Il termine Aromaterapia viene utilizzato per la prima volta nel 1928 da un biochimico francese François René-Maurice Gattefossé. Egli fu il primo a mostrare le relazioni struttura/attività dei composti aromatici e a codificare le grandi proprietà degli aromi naturali

Che cos’è un olio essenziale?: Un olio essenziale è l’essenza volatile estratta dalle piante aromatiche per distillazione in corrente di vapore acqueo. E’ composta da un centinaio di molecole terpeniche e aromatiche particolarmente attive e originali. E’ l’anima della pianta aromatica! Si tratta di una sostanza complessa che contiene molecole aromatiche la cui azione benefica sulla salute è messa in pratica dall’aromaterapia

Che cos’è l’aromaterapia?: L’aromaterapia è l’utilizzo degli oli essenziali ai fini terapeutici. E’ una biochimico-terapia naturale sofisticata che riposa sulla relazione esistente tra i componenti chimici degli olii essenziali e le attività terapeutiche che ne derivano. Ricorre a una metodologia rigorosa che si ispira a dati scientifici solidi confermati tanto dalla clinica quanto dal laboratorio. E’ una terapeutica naturale di qualità superiore, di prodigiosa efficacia, che completa molto bene tutti gli altri approcci alternativi o allopatici. Un grande aromaterapeuta diceva che l’aromaterapia scientifica rende ‘’l’impossibile possibile, il possibile facile, il facile elegante…’’ Un aspetto tra i più affascinanti di questa medicina aromatica risiede nella sua azione multipla che seduce qualsiasi terapeuta. Lo scienziato cartesiano vi troverà gli aspetti molecolari aromatici, ma anche la loro rappresentazione qualitativa e quantitativa. In questo l’aromaterapia è biochimica, farmacologia, tossicologia…è quella che viene chiamata aromatologia.

Come funziona?: Gli olii essenziali si usano in diffusione atmosferica, nel massaggio topico, e per uso interno. Le molecole aromatiche possono essere captate dalle fosse nasali e decriptate dai neurorecettori olfattivi, o interagire con il metabolismo attraverso il sistema circolatorio.

Gli oli essenziali usati in aromaterapia scientifica rispondono a criteri di qualità molto stretti che devono essere conosciuti e rispettati:

. Specie botaniche certificate: Gli oli essenziali di qualità devono pervenire imperativamente da piante botanicamente certificate (genere e specie, nella lingua latina)

. Parti della pianta distillata: le diverse parti di una stessa pianta (fiore, foglia, stelo, scorza, radice, ecc.) possono produrre essenze diverse. E’ dunque altrettanto importante precisare l’organo vegetale

. Chemiotipo: I composti aromatici di una pianta non sono immutabili. Una stessa pianta può secernere sostanze molto diverse in funzione dei diversi elementi come l’insolazione, il clima, la composizione del suolo, l’altitudine, eccetera. Due chemiotipi dello stesso olio essenziale presentano non solamente delle attività diverse ma anche degli indici di tossicità molto variabili.

Fonte: http://www.camminamente.it

Linea solare Filanthos… proteggi la tua pelle !

Immagine

La Linea solare Filanthos offre una gamma completa di prodotti studiati per la protezione della pelle grazie ad un’efficace sistema di protezione UVA/UVB fotostabile. I raggi ultravioletti non sono per nulla innocui, colpiscono le fibre della pelle provocando invecchiamento prematuro: una protezione solare sicura previene l’invecchiamento cutaneo precoce e mantiene la pelle in salute. L’olio di carota, ricco in carotene (prezioso precursore della vitamina A), ha un ruolo importante nel rinnovamento cellulare ed è utile contro le scottature, la vitamina E, nota per l’azione antiossidante, contrasta l’azione dannosa dei radicali liberi.

Viso più luminoso con la dieta per la pelle…

Immagine

 

Per curare la propria pelle e renderla più luminosa e sana si deve agire anche da dentro, scegliendo accuratamente i cibi che mangiamo. Più di qualsiasi costosa crema, infatti, un`alimentazione adeguata può rivelarsi una grande alleata per combattere imperfezioni e inestetismi cutanei.

La regola numero uno è anzitutto mantenere la pelle idratata bevendo molta acqua. Solo una pelle ben idratata, infatti, apparirà anche luminosa e fresca. Le cellule della pelle contengono un grande quantitativo di acqua, ma se non vengono dissetate frequentemente la superficie epidermica apparirà secca e arida. Il consiglio è bere ogni volta che si ha sete. Sei bicchieri al giorno potrebbero essere un buon inizio, spiegano gli esperti.

Per una pelle liscia e levigata, invece, sulla tavola non devono mai mancare fragole, mele, peperoni rossi e broccoli. La vitamina C contenuta in questi cibi, è infatti fondamentale per la produzione del collagene che supporta la struttura della pelle e combatte le rughe. Il segreto è inserire nella propria dieta quotidiana due porzioni di frutta e una di peperoni rossi o broccoli.

Arrivano dal mare, invece, gli alimenti nemici delle rughe: il salmone e lo sgombro. Le due varietà di pesce sono infatti particolarmente ricche di acidi grassi omega tre che combattono le infiammazioni causate dal sole e dallo stress che a loro volta producono i radicali liberi, responsabili della diminuzione di collagene che porta all`invecchiamento cutaneo. Gli esperti consigliano dunque di mangiare un`abbondante porzione di salmone o sgombro almeno due volte a settimana.

Se poi si è in vacanza e la preoccupazione maggiore è proteggere la pelle dagli effetti dannosi dei raggi solari, il rimedio sono i semi di girasole e le mandorle. Questi prodotti sono infatti ricchi di vitamina E e antiossidanti, armi potentissime contro raggi UV e radicali liberi. Inoltre sono in grado di combattere la secchezza della pelle idratandola in profondità. La porzione consigliata, secondo i nutrizionisti, è di due cucchiai da tavola di semi di girasole o di 23 mandorle al giorno.

Ma la preoccupazione per molti è soprattutto quella di mantenere sempre giovane e fresco l`aspetto della propria pelle. Il consiglio degli esperti è in questo caso di mangiare arance rosse e verdure a foglia verde. Una spremuta d`arancia o un piatto di spinaci nascondono infatti un grande quantitativo di beta-carotene, elemento fortemente antiossidante.

E se le arance e gli spinaci non dovessero bastare, per garantire lo splendore della pelle è utile inserire nella propria dieta anche cereali, carni magre, pollo e ostriche. In questo modo si assume il quantitativo necessario di zinco e ferro, minerali chiave nel mantenimento della giusta funzionalità epidermica. Lo zinco infatti contribuisce al rinnovamento cellulare, mentre il ferro corre in aiuto dei globuli rossi per il trasporto dell`ossigeno utile alle cellule della pelle.

Per una pelle pura e pulita il segreto è invece non far mancare mai nel proprio carrello pane e cereali integrali. Contro foruncoli e punti neri, infatti, una ricerca australiana avrebbe dimostrato come il minore apporto glicemico di una dieta contenente cereali integrali possa ridurre le manifestazioni acneiche mantenendo stabile il tasso di insulina. Un eccessivo apporto di insulina aumenterebbe invece la produzione degli androgeni, ormoni responsabili della formazione di brufoli e foruncoli. Non resta che provare.

Fonte: salute 24

Come proteggere la nostra pelle dagli sbalzi di temperatura…

Immagine

Gli inaspettati sbalzi di temperatura tipici di questo periodo, rendono la nostra pelle ancor più sensibile.

Come si fa a proteggere la pelle nel miglior modo possibile?

Passare repentinamente dal freddo al cando e viceversa, può risultare un vero pericolo: possono rendere la pelle sottile, farle perdere elasticità, rendendola ruvida al tatto, irritabile, secca e fragile.. Come rimediare a tutto questo?

1- Prevenzione:
Il miglior trattamento è preventivo ed è principalmente quello di evitare l’esposizione a basse temperature per periodi prolungati. Senza contare che gli effetti negativi del freddo sono aumentati dal vento in quota, l’umidità, la stanchezza e l’età.

2- Nutrire la pelle:
la pelle deve essere protetta e nutrita. Per questo può risultare utile un’applicazione quotidiana di una crema nutriente
 dopo detersione con detergenti non aggressivi. Ricordatevi che dopo il lavaggio, il viso deve essere asciugato tamponando e non strofinando.

Un’emulsione alla calendula e camomilla, una crema al karité e il burro di cacao sono alcuni degli strumenti più utili in questo periodo.

3- Alimentazione:
- Anche questo fattore è importante. Prevenire la disidratazione della pelle si può contrastare bevendo almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno e aumentando la fornitura di vitamine e di acidi grassi essenziali.
Molto utile è la spremuta di pompelmo: da bere una volta al giorno, serve per riattivare la circolazione.


4- Proteggere il viso da esposizione al freddo e al vento con occhiali e sciarpe, in modo che il viso non venga irritato da vento e sole.

5- Attenzione anche in casa
Ovviamente ok per l’uso di termosifoni ma comprate degli umidificatori: il rischio è che l’aria diventi secca e in tal modo dannosa per la pelle.