Come proteggere la nostra pelle dagli sbalzi di temperatura…

Immagine

Gli inaspettati sbalzi di temperatura tipici di questo periodo, rendono la nostra pelle ancor più sensibile.

Come si fa a proteggere la pelle nel miglior modo possibile?

Passare repentinamente dal freddo al cando e viceversa, può risultare un vero pericolo: possono rendere la pelle sottile, farle perdere elasticità, rendendola ruvida al tatto, irritabile, secca e fragile.. Come rimediare a tutto questo?

1- Prevenzione:
Il miglior trattamento è preventivo ed è principalmente quello di evitare l’esposizione a basse temperature per periodi prolungati. Senza contare che gli effetti negativi del freddo sono aumentati dal vento in quota, l’umidità, la stanchezza e l’età.

2- Nutrire la pelle:
la pelle deve essere protetta e nutrita. Per questo può risultare utile un’applicazione quotidiana di una crema nutriente
 dopo detersione con detergenti non aggressivi. Ricordatevi che dopo il lavaggio, il viso deve essere asciugato tamponando e non strofinando.

Un’emulsione alla calendula e camomilla, una crema al karité e il burro di cacao sono alcuni degli strumenti più utili in questo periodo.

3- Alimentazione:
- Anche questo fattore è importante. Prevenire la disidratazione della pelle si può contrastare bevendo almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno e aumentando la fornitura di vitamine e di acidi grassi essenziali.
Molto utile è la spremuta di pompelmo: da bere una volta al giorno, serve per riattivare la circolazione.


4- Proteggere il viso da esposizione al freddo e al vento con occhiali e sciarpe, in modo che il viso non venga irritato da vento e sole.

5- Attenzione anche in casa
Ovviamente ok per l’uso di termosifoni ma comprate degli umidificatori: il rischio è che l’aria diventi secca e in tal modo dannosa per la pelle.

Annunci